Sono tornato

16 giugno 2008

Dopo più di 3 mesi dall’ultimo post ho deciso di nuovo di scrivere sul blog.
Innanzitutto voglio pubblicamente ringraziare coloro che, vista la mia prolungata assenza, mi hanno contattato per accertarsi che non fossi morto e per manifestarmi il loro piacere nel leggere i miei post.
In realtà non è successo nulla. Non sono morto, non sono stato arrestato, non ho vinto al super-enalotto e non sono diventato latitante. Niente di niente. E’ solo che, come spesso accade, tra impegni e cazzate varie non ho avuto tempo (e forse neanche voglia) di scrivere sul blog.
Lo so, non si fa! Però così è e forse così sarà anche qualche altra volta in futuro, perciò non spaventatevi se il blog rimarrà muto per un po’ di tempo (…lo facessero tante altre persone ogni tanto sarebbe moooolto meglio!!!).
Nel frattempo sono stato in Messico a visitare la splendida penisola dello Yucatan e le rovine della  civiltà Maya, secondo me una tra le più interessanti di tutti i tempi. Presto vi posterò anche qualche foto di quella che è entrata di diritto a far parte delle meraviglie del mondo: la piramide Maya di Chictén Itzà.
Nel frattempo ho scelto anche quella che sarà la mia nuova casa (e spero che riesca a risolvere gli ultimi dettagli prima dell’acquisto).
Infine, proprio ieri, ho avuto la grande soddisfazione di sapere che l’anno prossimo in serie A ci sarà anche la squadra della mia città natale (che purtroppo ho abbandonato da un po’ di anni per lavoro ma nella quale torno appena gli impegni me lo permettono): la mia splendida, meravigliosa, impareggiabile, insostituibile Lecce.
Ben ritrovati quindi!

Beata tranquillità

28 febbraio 2008

E’ giovedi (quasi) notte, sono a letto e navigo distratto nella blogosfera, la TV accesa, il mio dolce amore che mi dorme accanto, il mio bulldog che russa (…sembra una motosega) di fronte a me sul tappeto vicino al termosifone, domani l’ultima fatica prima del week-end.

Mi godo questi ultimi momenti di pace e tranquillità, necessari dopo una stressante giornata di lavoro e di impegni, prima di spegnere tutto, portare il cane nell’altra camera, dare il bacio della buona notte alla mia stella e finalmente concedermi alle braccia di morfeo.  

Buona notte!

Primo post: mi presento

23 febbraio 2008

Non so se il mondo avesse davvero bisogno dell’ennesimo blog. So soltanto che probabilmente ne ho bisogno io.

Oltretutto non sono neanche vergine di blogosfera, dato che ormai da un bel po’ di tempo gestisco un blog aziendale. Curiosi di sapere quale? Bhè, non intendo certo dirvelo, ma solo perchè sarebbe un’informazione superflua ed inutile allo scopo ed agli obiettivi di questo blog.

Quel che è certo è che scrivere un blog personale rispetto ad uno corporate è tutt’altra cosa, se non altro per la possibilità di esprimere con coerenza e con sincerità la propria opinione su tematiche che nulla hanno a che vedere con l’immagine o con le strategie di marketing di un’azienda. Pensieri, emozioni, stati d’animo, convinzioni sgorgano più fluidi e genuini e mi danno la possibilità di sentirmi più appagato nel sapere che possano dare spunto al lettore per soffermarsi e riflettere, condividendoli o magari dandomi del coglione.

Sinceramente non so dove mi porterà tutto questo, anche se gli obiettivi del blog sono abbastanza chiari. E’ possibile che questo rimanga il primo ed ultimo post, com’ è anche possibile che tra 30 anni io sia ancora qui a raccontarvi storie, fatti, notizie, emozioni, sfoghi che qualcuno leggerà con interesse. Il tempo darà le giuste risposte.

Intanto partiamo, di strada da percorrere ce n’è tanta: speriamo di non finire presto la benzina!